fbpx

Caricamento Pagina: La guida definitiva per imparare come creare un blog di viaggio - Il blog della Insight Agency - Insight Agency - creative solutions

6 minuti di lettura (1284 parole)

La guida definitiva per imparare come creare un blog di viaggio


Curiosando su internet, non è difficile imbattersi nei blog di viaggio: tutti, almeno una volta, hanno dato un’occhiata a qualche post dove un travel blogger descriveva la sua esperienza in questo o quest’altra città.

Se molti si fermano lì, c’è anche chi decide che questo percorso è quello che fa proprio al caso suo. Tra questi ci sei proprio tu? Beh, allora ti starai chiedendo come iniziare con il piede giusto.

Sicuramente avrai molti dubbi: costi, tempistiche, programmazione di siti web… sicuramente non si tratta di una strada facile, ma non è neanche impossibile: basta un po’ di organizzazione e tanta, tantissima passione.

È proprio quest’ultima che, in qualche anno, ti permetterà di trasformare un piccolo blog in un portale apprezzato dai viaggiatori che navigano il web, e chissà, magari a renderlo anche un lavoro a tutti gli effetti.

Tuttavia, non si tratta di un processo immediato, e certamente non è semplice per chi è alle prime armi.

Come web agency che si occupa della realizzazione di siti web, proviamo ad indicarti quali sono gli step fondamentali da seguire per creare un blog di viaggio.

Sei pronto? Ecco come iniziare la tua avventura.


1️⃣ La scelta del nome: un passo fondamentale

Per un blog scegliere il nome corretto è il modo migliore per catturare l’attenzione di nuovi utenti. Trova qualcosa di breve e conciso che ti definisca, senza strafare: in questo modo sarai ricordato più velocemente da chi apprezza i tuoi contenuti.

Quando decidi di adottare una certa denominazione pensa anche al futuro: molti cadono nell’errore di farsi definire da un’indicazione precisa, ma non sempre è possibile prevedere se questa cambierà nel tempo. Ti faccio un esempio: se scegli “Avventure di due giorni” dovrai per forza dedicarti a viaggi brevi: che cosa succede se poi questi durano di più?

Inoltre, ti basterà fare un giro su Google per vedere che moltissimi blog utilizzano parole come “I viaggi di”, “Viaggiando con”, “Turisti per”, e così via: cerca di impiegare altri termini, altrimenti dovrai competere con una miriade di altri portali. Attenzione anche al lessico inglese “Traveler”, “Vagabond”, “Holiday” possono nascondere lo stesso problema.

2️⃣ L’importanza dell’hosting

Hai scelto il nome e ti vedi già sulla bocca di tutti, ma prima devi capire dove sviluppare il tuo blog. La risposta è semplice: si tratta dell’hosting.

Se non hai familiarità con questa parola ti basterà sapere che si tratta del tuo personale terreno digitale dove mettere le fondamenta e far crescere il tuo progetto passo dopo passo, aggiungendo testo, pagine web, fotografie e collegamenti ai social.

Sul web potrai trovare diversi servizi di hosting che offrono il proprio spazio a un determinato prezzo a seconda delle tue necessità.

Un momento: se alla parola “prezzo” sei già tentato di mollare tutto, non ti preoccupare: chi è alle prime armi non deve per forza farsi un mutuo!

3️⃣ WordPress e la personalizzazione

Appena hai ottenuto il tuo piccolo angolino di internet devi costruire il blog: in questo caso puoi utilizzare un software molto conosciuto, che in molti casi potrai installare direttamente dal sito di hosting: WordPress.

Questo programma è perfetto anche per chi non si intende molto di programmazione, in quanto è semplice da utilizzare ma offre allo stesso tempo delle buone prestazioni.

Mi raccomando: il tuo blog di viaggio deve possedere un dominio personalizzato per essere veramente unico, nel senso che vorrai che l’URL appaia come ilmioblogdiviaggio.it e non come ilmioblogdiviaggio.wordpress.com.

Dovrai investire anche in questo caso in un piano, che di nuovo ti costerà una decina di euro e ti permetterà di partire con una marcia in più rispetto a chi si affida a soluzioni gratuite, ma limitate.

4️⃣ Come trovare il tema perfetto

Hai il nome e il sito web: ora ti serve scegliere una veste grafica, e in questo caso posso assicurarti che l’abito fa il monaco, eccome! Sul web troverai una valanga di temi per WordPress, anche gratuiti: ma si tratta di soluzioni che possono utilizzare tutti, e per questo motivo potresti trovarti con “sosia” che precluderebbero la tua unicità.

Puoi completare il tuo investimento con un template pagato che ti offra dei temi unici. Più costoso, ma sicuramente efficace, è rivolgersi a una web agency come la Insight Agency, che possa prepararti un “abito su misura”.

5️⃣ Curare l’immagine con logo e banner

Insieme al nome e al tema, il tuo sito dev’essere caratterizzato da un logo e un banner da “appendere” in cima a ogni pagina. Qui vale lo stesso discorso del paragrafo precedente: se desideri un capolavoro dovrai mettere mano al portafoglio e rivolgerti ad un'agenzia, ma all’inizio potrai anche rivolgerti a soluzioni gratuite come Canva

6️⃣ Installare i plugin per l’ottimizzazione del sito

I plugin sono degli addons per il tuo sito, e possono permetterti di sfruttare alcune funzionalità senza dover per forza scrivere codici o altri passaggi di programmazione: sono simili a quelli che, sui browser come Google o Firefox, ti permettono di compiere azioni come catturare degli screenshot o organizzare i tuoi segnalibri.

Ci sono diverse estensioni per blog che ti permettono di aggiungere i bottoni social come il like di Facebook o la condivisione su Instagram, ma fai attenzione a non strafare: hai presente quando un tuo amico o parente ti chiede di sistemare un computer lento e trovi una valanga di programmi inutili? I plugin funzionano allo stesso modo: cerca di adottare solo lo stretto necessario, di solito non più di dieci.

7️⃣ Tutti i segreti del blogging

Arrivato a questo punto avrai il tuo blog di viaggio pronto per essere letto e visitato. Come puoi assicurarti che possa essere riconosciuto dai motori di ricerca, aggiudicandosi un posto fra la prima pagina di Google e simili?

8️⃣ Crea le pagine più importanti

Per prima cosa dovrai dedicare un po’ di tempo alle informazioni importanti. La pagina “Chi sono” è quella dove ti presenterai agli utenti, raccontando la tua storia e le tue passioni. Su “Contatti” potrai mettere una mail personale e, se vuoi, anche una appositamente pensata per eventuali collaborazioni future, “Privacy” e “Copyright”, invece, sono due pagine standard che potrai comporre seguendo gli esempi già presenti sul web.

9️⃣ Collega i tuoi social

Per farti conoscere molto spesso non basta il blog: devi avere una pagina anche sui social più utilizzati, ovvero Facebook, Instagram e Pinterest (quest’ultimo soprattutto per le fotografie). Ricordati che è molto importante curare con attenzione ogni tuo profilo, e non dimenticare di collegarli al tuo blog anche tramite i plugin di cui ti ho parlato.

🔟 Cura i contenuti

Una bella veste grafica e tutte le pagine social che puoi creare non bastano a farti bello agli occhi di Google: devi anche produrre contenuti di valore. L’ideale per iniziare è scrivere almeno 1-2 articoli a settimana, utilizzando parole chiave, una struttura ordinata e un linguaggio accattivante. Non devi per forza scegliere chissà quale tipo di argomenti: ti basta parlare di qualche aspetto interessante dei tuoi viaggi, magari approfondendo aspetti come la gastronomia, la cultura, l’arte o la natura di un certo paese. Molti blogger scrivono anche pezzi su curiosità nascoste o su esperienze poco conosciute di un luogo: insomma, scoprirai che un buon tema non manca mai.

Realizza una newsletter

La newsletter è un passo cruciale quando vuoi creare un blog di viaggio. È il mezzo ideale per raggiungere i tuoi utenti e invogliarli a fare una visitina al tuo sito: anche in questo caso potrai utilizzare contenuti differenti, magari qualche preview dei tuoi articoli, o qualche curiosità da approfondire sempre sul blog. L’importante è essere costanti nel contattare chi ti legge: su internet puoi trovare servizi gratuiti come Mailchimp, che ti permette di scrivere a ben 2.000 indirizzi email, ma ci sono anche soluzioni a pagamento che ti offrono più funzionalità e personalizzazione.

Come ottenere fotografie con sfondo bianco in ogni...
Cosa scrivere su LinkedIn: consigli e parole da ev...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 07 Dicembre 2021
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://www.insightagency.info/

Resta in contatto con noi!

Vuoi restare aggiornato su tutte le ultime novità della nostra agenzia, sui nuovi servizi e su tutte le rubriche del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Clienti soddisfatti

Dicono di noi

Abbiamo iniziato la nostra collaborazione con la InsightAgency, affidandogli un rafforzamento della nostra Corporate Identity. Ci hanno consigliato la creazione di un nuovo Marchio e Logo e ci h...
2013-10-02
Leggi ancora
Massimiliano Leone
CEO & Founder / Esigitaly srl
Ho lavorato con Insight Agency per più di dieci anni nel mio precedente ruolo (Resp. Trade Marketing di un noto brand rosso della telefonia mobile) e ne ho sempre apprezzato l'onestà, la velocit...
2015-07-16
Leggi ancora
Giampaolo Moscardi
Titolare / Kar di Giampaolo Moscardi
Ho avuto l'opportunità di conoscere la Insight Agency, quando ha iniziato a lavorare con un nostro cliente, ho così potuto apprezzare non solo il loro approccio professionale e creativo, ma sopr...
2013-09-16
Leggi ancora
Mario Gentile
CEO & Founder / Punto Ike

About

La InsightAgency è un'agenzia pubblicitaria a servizio completo. Offriamo ai nostri clienti servizi di Grafica e Web Design, Marketing e Comunicazione strategica.

Realizziamo siti web, e-commerce e piattaforme fad, spot e video promozionali e applicazioni per smartphone e tablet. Offriamo inoltre servizi di digital & direct marketing, social media e content management. 

Pillole...

" Dagli qualità. Questo è il miglior tipo di pubblicità. "
Milton Hershey

Seguici su